L’acqua è di tutti

Un nuovo provvedimento sta per abbattersi sui cittadini e sulle cittadine di Formia e della Provincia tutta: l’aumento tariffario delle bollette idriche. Un aumento deciso a furor di popolo e senza battere ciglio in ATO4 (oggi Egato4) durante la seduta del 25 giugno.

Noi vogliamo essere chiari su questo punto: non si deve continuare così. Non si può continuare a ricevere un (dis)servizio idrico del genere e pagarlo con sempre più cospicui aumenti.

Ci uniamo alla richiesta di chiarezza espressa dal Sindaco di Bassiano riguardante la classificazione della rete fognaria e di approvvigionamento idrico di Acqualatina: la sua classificazione, la più bassa possibile, quanto ci costa in termini diretti ed indiretti? Ma riproponiamo anche quella scomoda domanda posta mesi fa: a che punto siamo con i lavori sulla rete idrica e fognaria?

I cittadini e le cittadine, attraverso le loro bollette, sovvenzionano la manutenzione delle stesse: ma se questa non avviene, allora come vengono impiegati quei fondi?

Ma soprattutto: quando si potrà sperare in un alleggerimento delle tariffe per i nostri concittadini?

Il silenzio di una politica disinteressata deve farci riflettere sul valore che viene dato al welfare ed al benessere di cittadini e cittadine, ma deve anche spingere noi e le persone tutte a non tacere oltre e a dire chiaramente che tutto questo non ci sta bene.

A noi, come gruppo politico, tocca in particolare lavorare ad una soluzione che non può essere giudiziaria, ma che è tutta squisitamente politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su