Pulizia del campetto di Penitro

Il campetto di Penitro è stato parzialmente pulito. Stamattina, noi di LEFT Formia, abbiamo pulito il campetto di Penitro adiacente alla scuola Don Bosco. Abbiamo raccolto due sacchi di plastica e alluminio, altri di sterpaglie e molti di rifiuti misti con un’alta percentuale di vetro in pezzi anche molto piccoli. Abbiamo, poi, accantonato una decina di strutture di sedie, ormai rotte.

Insomma, in due ore ne abbiamo fatto di lavoro. Eppure il campo, ora sicuro, non è ancora del tutto pulito: lo stato di abbandono che lo ha colpito non c’ha permesso di rimetterlo a nuovo. In particolare, le erbacce cresciute nell’asfalto sono state ostiche per noi. Troppe e troppo radicate, perfetta metafora della cultura dell’indifferenza e dell’abbandono che caratterizzano la politica del nostro territorio.

È stato questo, infatti, ad indurci ad una riflessione, anche piuttosto amara: quanto è duro, amaro, ma profondamente prezioso il lavoro dei volontari e delle volontarie. Eppure, non può essere la foglia di fico dietro cui un’amministrazione deve nascondersi, non può bastare a distrarre un amministratore dall’avere a cuore la manutenzione ordinaria.

Il nostro impegno sul territorio non finisce oggi, anzi: alle futili passerelle, preferiamo adoperarci per la nostra città. Ma i futuri amministratori locali riflettano sul valore della manutenzione ordinaria oltreché del lavoro dei volontari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su